Immagine ostrica per ricerca COVID-19 RiRes.jpg

LA RESILIENZA

Quando un granello di sabbia entra in un’ostrica “ferendola”, l’animale risponde a quest’aggressione secernendo dell’inchiostro che si deposita attorno al granello, e lo arrotonda a poco a poco. Il granello spigoloso viene dunque modellato e trasformato, finché non arriva ad assumere la nuova forma di una perla preziosa

 

(Cyrulnik, 1999)

Boris Cyrulnik ha formulato una metafora che mette in evidenza la natura dinamica e processuale di tale approccio: 


Quando un granello di sabbia entra in un’ostrica “ferendola”, l’animale risponde a quest’aggressione secernendo dell’inchiostro che si deposita attorno al granello, e lo arrotonda a poco a poco. Il granello spigoloso viene dunque modellato e trasformato, finché non arriva ad assumere la nuova forma di una perla preziosa. (Cyrulnik, 1999)


Indagare la resilienza significa esplorare la natura del processo trasformativo dal granello di sabbia in perla preziosa che avviene in individui, famiglie e comunità esposte ad eventi avversi. 


Gli studi e le ricerche di RiRes sono volti a esplorare in ciascun contesto operativo come si connota il processo trasformativo dal granello (evento traumatico/esperienze avverse) in perla (outcome di adattamento positivo), e identificare i fattori che lo compongono in termini di “rischio” e di “protezione”. Tale concettualizzazione va oltre la “riparazione del trauma” focalizzandosi sulle risorse di resilienza messe in campo dagli attori per farvi fronte.


RiRes adotta un approccio socio-ecologico alla resilienza, che si edifica sui seguenti assunti: