Progetto senza titolo_edited.jpg

RESILIENZA E CASE MANAGEMENT

RESILIENCE-FOCUSED CASE MANAGEMENT

“Resilience-Focused Case Management Model” (RFCM) è un modello formativo finalizzato a guidare i caseworker a promuovere processi di resilienza mediante il percorso di presa in carico del beneficiario (case management). Partendo dalla costatazione circa il ruolo fondamentale della relazione d’aiuto con beneficiari esposti ad esperienze multi-traumatiche, RFCM forma gli operatori alla costruzione di una relazione d’aiuto consapevole orientata alla promozione di processi di resilienza, trasformazione e rinascita. In particolare, RFCM considera il case management un intervento di supporto che, a partire dalla costruzione di una relazione d’aiuto autentica e consapevole tra il caseworker e l’utente, mira all’identificazione e rafforzamento delle risorse dell’utente, al suo accompagnamento nell’elaborazione delle esperienze traumatiche vissute e alla promozione dell’agency.


Il modello “Resilience-Focused Case Management” prevede due cicli formativi. Il primo ciclo, che si struttura in 4 giornate formative, mira ad arricchire le procedure di case management con l’approccio della resilienza assistita. I partecipanti sono portati a riflettere sulla difficoltà nella gestione del carico emotivo che caratterizza le interazioni con gli utenti e la mancanza di strumenti e strategie per gestirlo. RFCM propone un modello di riferimento per la
costruzione di una relazione d’aiuto caseworker-utente efficace, che permetta al caseworker di non sentirsi travolto dal carico di emotività ma di sentirsi attore consapevole nel processo di presa in carico. La formazione si conclude con l’illustrazione dei principi di resilienza assistita evidence-informed relativi all case management che guidino il caseworker nell’applicazione del paradigma della resilienza nell’ambito della pratica lavorativa con l’utenza. Il modello prevede un ciclo formativo di follow-up, successivo ad un primo periodo di implementazione di RFCM, dove le procedure di case management introdotte a seguito della formazione vengono condivise e riviste insieme sulla base dei risultati emersi, al fine di orientare la seconda fase di implementazione del modello.


Il percorso si conclude con la stesura di linee guida di resilienza assistita applicate al case management da diffondere all’equipe multidisciplinare che interviene nel processo di case management e ad organizzazioni e stakeholder esterni che operano nel medesimo settore.